12 AGOSTO 2012; SBADANDO SI IMPARA

Partita di campionato nello stagno di Panga

Finalmente una giornata tutta per me ! Già al mattino fa molto caldo, ma il tempo sembra stabile; preparo lo zaino con acqua, un pò di parmigiano, un cioccolato e parto da solo per visitare i dintorni. La gente dei villaggi credo abbia visto ben pochi turisti da queste pari, d’ altronde non è che ci siano monumenti imponenti o particolarmente importanti. E’ in questi posti invece che io ritrovo la vera vita dei villaggi, qui mi piace fermarmi a chiaccherare con tutti quelli che incuriositi anche solo accennano a salutarmi e cerco di scoprire i mille particolari di questi ambienti così diversi dal nostro occidente. Nel vicino villaggio di Panga, mi sono seduto sui gradini della piccola piazza principale, dove all’ombra di grandi alberi le donne lavavano alla fontana, molti anziani aspettavano il passaggio del tempo seduti su una piattaforma coperta del tempio e i ragazzini, come in ogni parte del mondo, giocavano a pallone. Appena fuori del villaggio ho anche assistito ad una partita di calcio con tanto di arbitro, e giocatori in divisa; ma oramai corpi e divise erano diventate tutte dello stesso colore fango perchè giocavano su un campo che aveva tutte le caratteristiche di uno stagnone con acqua e fango al centro e erbe alte ai lati. Ciononostante l’ impegno che i giocatori ci mettevano ed il tifo degli spettatori era degno di una partita UEFA. Con circa un’ altra ora di cammino sono salito fino a Chobar un piccolo villaggio arroccato sulla cima di una collina; la vista su KTM era estesa e molto piacevole perchè si vedeva come la grande capitale a 1300 metri, fosse al centro di una vastissima conca a circondata da montagne un migliaio di metri pù alte. Qui la piccola piazza lastricata è quasi completamente occupata da un antico tempio che si fa notare subito per una stranezza: è ricoperto da pentole, vassoi, piatti, stoviglie e chi più ne ha più ne aggiunga. Le coppie del posto sono solite inchiodare un loro oggetto di cucina per garantirsi una unione lunga e felice !! Evitando il più possibile la strada principale, ho attraversato per campi e risaie ( attento a non fare la figura descritta in un articolo precedente) fino ad arrivare dopo un’ altra ora e mezza a Tau Daha, un lago molto curato e attrezzato con una passeggiata molto frequentata, specie oggi che è giorno di festa. Stavo puntando alle colline per fare anche un pò di salita quando …. <§*#]+* !!!, mi sono accorto di aver perso il fodero della macchina fotografica con dentro schede di memoria e batterie di riserva ! Come vedete oltre alle avventure che cerco o che mi cercano , ogni tanto si fanno veder anche le DISavventure. Ho quindi rifatto velocemente il lungo percorso dell’andata, dandomi pugni in testa fino ad arrivare , quasi stremato per il caldo e la rabbia al villaggio di Panga dove mi ricordavo aver trappolato sul gradino della piazza con lo zaino per riuscire a fotografare una bella lavandaia. Quando un ragazzino mi ha detto in inglese che sì, aveva visto un coetaneo prendere una borsa allora la piazza si è animata; all’ iniziale cappanello di curiosi si aggiungeva sempre più gente e tutti parlavano e commentavano fra loro, grati che avessi dato un argomento diverso dal solito di cui parlare per un pò di tempo, ma poco mi aiutavano indicandomi dove avrei potuto trovare il ragazzino. Ho lasciato la confusione e sono rientrato dopo oltre 6 ore, stanco e afflitto, alla scuola; in camera non sapevo come disperarmi meglio se piangere o tirarmi i capelli così, per consolarmi, mi sono mangiato un wafer ! Come al solito ho passato le restanti ore della pomeriggiog, sera, quasi notte a lavorare con il computer per mettere le foto nel blog, per ripondere alle mail,per effettuare contatti skype,per mandare qualche SMS. E poi dicono che noi “anziani” siamo” tagliati fuori dalla tecnologia digitale … io più che tagliato, dalla tecnologia mi sento un pò frullato, ma tengo duro e vediamo chi la spunta ….. paolo non credo ! Fatemi coraggio.

Annunci

3 commenti

  1. ormai il tuo post giornaliero lo attendo con curiosità e interesse.Sento che ti stai ambientando!
    A domani,Andrea

  2. povero piccino mio! però c’è una cosa positiva in quello che ti è accaduto…anche tu dimentichi e perdi le cose!!! mal comune mezzo gaudio..comunque anche per me è un momento tutto mio quando mi metto a leggere i tuoi racconti..continua imperterrito ma non a perdere le cose però!!
    bacio grande stelin

  3. Caro Paolo
    sento che il tuo futuro nella valle sara’ , se non proprio da giocatore, anche se non dispererei, almeno da Mister della locale squadra di foot ball “nepalese” E ti devo dire che in questa parte, come in molte altre, ti vedrei proprio bene Anzi, visto che la tua vita quotidiana scorre placida e senza intoppi ( ha, ha, ha ) potresti organizzare un incontro “veci contro zoveni” Ti immagini la formazione Grosso Paolo, Ciotti Mauro, De Col Sandro, e qualche altro vegliardo sulle pagine del Kathmandu Daily ? Per le passeggiate, mi raccomando il bastone da passeggio….., un suggerimento : scriviti un bigliettino ( io lo faccio regolarmente ) con nome e cognome ed indirizzo inoltre la lista delle cose che hai con te Quando ti fermi e riparti fai una verifica ….. lo so che fa molto casa di riposo….. ma e’ efficace Ironia , anzi auto-ironia a parte, fatti coraggio, perche tutto lo scoramento che provi in certi momenti della giornata lo prova chiunque si impegni e cerchi qualche risultato in quella realta’ Poi si dimentica, ed una volta rientrati a casa si prova nostalgia anche per lo stesso scoramento E poi ho imparato un po’ a conoscere le tue risorse ed i tuoi interessi, i piu’ vari Non me la racconti : Tu la’ non ti annoi , anzi penso con un po’ di tenerezza ai tuoi collaboratori …..alle prese con la tua inesauribile energia (….maledetta ironia, ci casco sempre …. ) Caro Paolo , continuo a pensare che il primo staffettista motivi anche chi lo segue E noi abbiamo scelto bene Con affetto e solidarieta’ Mauro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: