13 AGOSTO 2012: ARRIVA L’ INTOPPO

L’ ARTISTA DEI BASAMENTI ALL’ OPERA

A parte le mie piccole e medie disavventure sapevo che qui in Nepal, non avrebbe potuto andare tutto liscio come sembrava fino ad ora.
Capita infatti che la nostra nurse Shreejena deve stare assente 2 giorni per partecipare ad una selezione per entrare nel più grande ospedale pubblico di KTM. Su 350 candidati ne avevano selezionato 30 e lei è fra questi; se si considera poi che i posti sono 5 e che i non convocati entreranno in una lista di attesa, capite che c’ è qualche probabilità che questa infermiera prima o poi se ne vada.
Le conseguenze dirette sono molteplici , ve le elenco in ordine crescente di importanza:
*l’ambulatorio avrebbe dovuto partire domani e invece inizierà ( si spera) il giorno 15; non vi sembrerà un gran problema, ma vi assicuro che non vedo l’ora di cominciare e mi pare tanto anche un giorno di ritardo
**sarà necessario contattare un’ altra infermiera e qui a Kirtpur non pare ce ne siano altre sul mercato attuale, così i tempi si allungheranno
*** è una ragazza molto sveglia, sa inglese e computer meglio di me , anche se a dire il vero, basta poco
**** è una ragazza simpatica e cordiale; abbiamo fatto qualche pezzo di strada  insieme e mi ha salvato la vita un pò di volte perchè io avevo la tendenza a camminare al centro della strada. In effetti faccio tuttora difficoltà a capire  la circolazione; voglio dire, già il fatto di circolare a sx , mi crea un pò di confusione, se poi mettiamo che ognuno va dove  e come gli pare allora il casino è totale e così pure il rischio Tanto vale mi son detto stare al centro della strada, gli dei nepalesi veglieranno; sono talmente tanti che si troverà sempre qualcuno di sveglio a guardare giù.
Domani incontrerrò un grande boss dell’ ospedale PECHT di Kirtpur, dipendenza del Model KTM Hospital un importante ospedale di Kathmandu; fra le varie cose da discutere e che non vi racconto per non annoiarvi, dovremo vedere come risolvere anche questa nuova situazione riguardante l’infermiera.
Un ‘altra cosa che riguarda l’ambulatorio è la creazione del basamento dove collocare il busto di Giuliano.
Dico prima di tutto che la statua in pietra è opera di un artista locale che sarà anche famoso, ma in quanto a raffigurazioni rassomiglianti mi pare lasci un pò a desiderare.
Insieme a Simonetta eravamo molto preoccupati del posto dove avrebbero voluto mettere questo busto.
Alla fine siamo riusciti a convircerli che la statua sarebbe stata meglio all’esterno e soprattutto ad una certa altezza in modo che, visto dal sotto in su, ci si poteva anche immaginare che fosse rappresentato Giuliano; insomma si vede una barba che anche gli assomiglia.
Oggi un operaio specializzato era all’ opera per fare il basamento e vederlo all’opera era veramente uno spettacolo perchè usava, con molta, moltissima calma in verità, mezzi semplici ma efficaci (vedi foto).
L’ ambulatorio non è ancora partito ma oggi mi è sembrato di tornare ai tempi bui del PS pediatrico quando a volte non riuscivo nemmeno ad andare a fare la  plin plin.
Ora di pranzo, affamato, mi si presentano ben 4 ( dico quattro ) casi clinici , per fortuna semplici, ai quali non ho saputo, voluto, potuto dire aspettate che  prima mangio.
Spero tanto che la voce di guaritore occidentale si sparga lentamente altrimenti dovrò riprendere a fare in Nepal quel pronto soccorso da cui qualche anno fa ero scappato.
Consiglio per tutti : il medico crea dipendenza NON abusatene !
Mi verrebbe quasi da dire che una dipendenza simile è quella  di un nostro amico che, commentando uno degli articoli  che sto scrivendo, mi ha detto che si aspetta di leggere il mio articolo QUOTIDIANAMENTE.  E adesso io  come faccio a non deluderlo, a raccontargli ogni giorno qualcosa  che nelle apsettative dovrebbe sempre essere piacevole, curiosa, ben scritta  ecc ecc. !!!! USQUE TANDEM ? vostro  novello Alfieri, Paolo

L’ ARTISTA CONTEMPLA LA SUA OPERA

Annunci

2 commenti

  1. BISOGNA che tu scriva ogni giorno anche per la nostra salute mentale..preoccupati anche di noi che siamo qui che facciamo il tifo per te..io riesco così a ridimensionare tante cose di quaggiù..un abbraccio

  2. cristina marangone · · Rispondi

    …certo che voi medici italiani siete proprio dei Super Eroi…. ma vedrai quando arriverà l’infermiera italiana come si spargerà velocemente la voce e, allora il periodo buio del pronto soccorso pediatrico, improvvisamente si illuminerà!!!!!Tifo per te. Grande Paolo!
    Cristina Marangone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: