Relatività

 

Le molte vacanze della Scuola mi han portato, fuori dagli itinerari agresti, in Capitale e ho subito scoperto la via nepalese alla Fisica.

Per ora ho capito come il principio di incompenetrabilità dei corpi è un falso, che più che mai Natura abhorret a vacuo, che anche nel pieno più pieno un camion si può infilare senza problemi.

Se capirò qualcosa di nuovo sul 2° principio della Termodinamica Ve lo farò sapere.

A differenza di Paolo, soffrendo io assai il mal d’auto, preferisco il taxi e la sua rapidità ai bus locali.

Questo mi permette, stando a fianco dell’autista, di riprendere le gustose scene di guida. Non sono presentabili in blog ma al ritorno potreste sempre vederle.

Dove da noi due biciclette incontrandosi avanzerebbero con cautela, qui passano due camion.

Non ho poi ancora capito se abbiano inventato le auto senza ammortizzatori: se li hanno devono essere di qualche acciaio missilistico speciale tante son le buche e le botte che in 20′ di tragitto si prendono.

Io guido piano, non sono certo imprudente ma, di fronte a certe esibizioni di guida (alla trevigiana si direbbe a Belluno, alla veneziana a Treviso) mi agito, tra me e me impreco e qualcosa traspare anche se ho ospiti a bordo. Qui tutti suonano per principio ma nessuno invero si arrabbia: anche questa è civiltà.

 

E in questa capacità di inserire tutto dove tutto non può stare, onore a chi è riuscito nei secoli a costruire piazze così belle e affollate di monumenti.

 

Patan – Durbar square

A Swayambhu

Ieri abbiamo (hanno) visitato 26 bambini, complessivamente in buone condizioni. Ho potuto vedere la contentezza delle poche mamme che han deciso di accompagnarli, segno che questa attenzione posta dalla Scuola è molto apprezzata.

Dovevano essere ben di più ma tanti piccoli delle prime classi non son venuti a scuola a causa delle condizioni del tempo. Si recupereranno mercoledì: questa settimana tre sedute vs le due previste.

Per molti bambini che provengono dalla campagna, le condizioni delle strade sono davvero condizionanti e le 90 ore di pioggia consecutiva (stamani un raggio di sole!) hanno reso alcuni percorsi impraticabili.

 

Tutti si lamentano del freddo, in maglietta e pantaloni corti siamo rimasti in pochi: in realtà il problema è la umidità che già era altissima nei giorni di sole. Oggi credo sia del 100% (sempre che in Nepal non si arrivi al 110) con temperature tra i 15 e i 18 gradi ieri, risalite sui 20.

 

Dal ritornato sole del Nepal, con forte vento da NO e sognando amatriciane e fiorentine, un caro saluto

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: