Animali

 

A differenza degli umani cui il ritrovato sole fa bene, gli animali di Kirtipur e dintorni si agitano.

I cani diventano nervosi, tendono maggiormente a far branco e a ringhiare, per lo più tra di loro. Per uno che li teme è comunque inquietante passare davanti a dieci cani in gruppo. Se poi, come oggi pomeriggio, un branco decide di attaccare, e proprio me, capite come io possa sperare ogni tanto che un taxi non li schivi. Le moto no (vedi dopo).

Ci sono cani ovunque, per lo più distesi a sonnecchiare e in apparenza pacifici ma sono davvero tanti, sia nei borghi che in campagna. Non ho mai visto nessuno giocarci insieme o portarli a spasso ma la convivenza è molto spontanea.

strada comunale

C’è tra loro una razza che ricorda per morfologia, in piccolo, lo Sciacallo dorato: mi sembrano più mansueti e meno attaccabrighe.

Non ho foto di loro perché, incrociandoli, mi tengo comunque sempre pronto al peggio.

 

Non ci sono invece assolutamente gatti e le tigri sono poche e confinate nella riserva del Tehrai, 150 km a Sud.

Ricordo anche il Leopardo delle nevi e il cartello che all’aeroporto di Lukla invitava a non disturbarlo.

 

Paolo scriveva sulla intoccabilità delle vacche e sulla loro propensione a star sull’asfalto: nelle strade secondarie in realtà anche cani, galli, galline, capre preferiscono star all’asciutto, sia in città che nelle campagne e quindi prediligono le vie di comunicazione alle più soffici risaie.

In Durbar square – Kathmandu

 

 

In città capita spesso di vedere animali da cortile legati per una zampa, in mezzo a torme di altre bestie probabilmente più fedeli al padrone.

La importanza anche rituale dell’animale si vede bene dalla ricchezza delle statue che li raffigurano sia in modo reale che fantastico

Nel tempio d’oro a Patan


Una cosa meravigliosa è lo straordinario numero di nibbi bruni che volteggiano sulla Capitale, sui sobborghi, sui campi allagati. Centinaia di enormi volatili, non facili da riprendere bene senza zoom o con pochi riflessi ma dal volo elegantissimo. La loro presenza non ha ridotto il numero di piccioni ma aumenta il fascino di questa città così piena di contrasti.

Oggi, prima di passare incautamente per Chobar (un nome un po’ da Nestlè, noto perché ci si dovrebbe vedere il Manaslu ma famoso da ora per il colpo di tacco che si è preso il cane che mi aveva azzannato) ho fatto un rientro in Capitale per vedermi la Durbar square, il Palazzo reale, la immancabile Thamel. Mi ero quindi gustato la solita dose di traffico e smog. Mi hanno spiegato che in Kathmandu girano circa 450000 mezzi a motore a 4 ruote e 600000 (seicentomila!) moto. A questi vanno aggiunte le miriadi di cicli, risciò, carri di ogni sorta.

Kathmandu

 

Oggi venerdì dunque ci sarà il pomeriggio dedicato ai lavori artistici dei ragazzi che dovranno produrre poster sulla educazione sanitaria come la vedono Loro. Nel blog di domenica Vi dirò come è andata, visto che domani – festa per il Nepal – lavorerò a una prima scrematura degli elaborati.

Per capire una delle tante differenze con l’Occidente, ho autorizzato per l’occasione la fornitura di materiale (fogli grandi, pastelli, colori ad acqua, pennelli) per tutta la scuola (720 ragazzi): preventivo ca 65 Euro.

Per chiudere con ieri, ero dunque felicemente rientrato alla Scuola, stavo accingendomi a scrivere due cose sugli animali quando mi son venuti a chiamare in camera perché un cliente italiano di un grande albergo della Capitale si era sentito male e il Medico addetto non si trovava. La fama dell’ADM (dubito la mia…) si è dunque già sparsa per la Capitale.

Lasciando perdere la qualità taumaturgica del mio intervento, il rischio che non avrei mai voluto correre (in moto per Kathmandu, senza casco e di notte) si è avverato in un istante: brutta cosa la deontologia!

Buona giornata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: