Nepal Nepal, here we are

 

Buongiorno, qui da Kirtipur è Valentina che scrive!

L’esperienza nepalese mi sembra partita con il piede giusto!
Salutato Venezia in modo spettacolare, ho estratto dallo zaino KIRTIPUR, Diario dall’ambulatorio Giuliano De Marchi per arrivare “preparata”. Dopo numerose grasse risate che hanno destato lo stupore dei miei vicini, mi sono persa nella lettura chiudendo l’ultima pagina … proprio mentre l’aereo decollava a Doha. Che coincidenza perfetta!
Tanto sono vivide le descrizioni dei medici che mi hanno preceduto, che arrivata a Katmandu ho provato la sensazione di esserci stata poche ore prima. Eccole lì le mucche in mezzo alla strada, il traffico da pelle d’oca, i clacson impazziti, l’edilizia caotica….e poi i meravigliosi bambini della Rarahil, che hanno conquistato tutti.Ma quelli vanno oltre la descrizione dei BLOG. L’effetto che fanno 700 bimbi dai 3 ai 16 anni tutti in divisa, compresi quelli che per salire gli scalini della scuola sembra scalino l’Everest, quella è un’emozione a cui non ero preparata.

I primi a venirmi incontro con un “CIAO BELLA” sono quelli che si ritrovano nelle foto del libro: i più curiosi e audaci. Poi Marta li ha informati e molti sanno già il mio nome.

DSCF5859 bis

Dopo il rituale thè di ben venuto, visito l’ambulatorio. Mi colpisce la lucentezza del suo pavimento, la freschezza delle sue stanze (forse è anche grazie al colore verde delle pareti) e il silenzio dei piccoli che siedono in sala d’aspetto, occupando un seggiolino in tre. Fa contrasto il vociare del cortile e gli squilli acuti che escono dalle classi, con il brusio rispettoso dei bimbi dentro le stanze dell’ambulatorio. Arrivano in silenzio, si siedono e aspettano che l’infermiera chieda loro dove hanno il male.

Conosco subito Nafisa, la dottoressa, e Anita, l’infermiera. Sono emozionate quando dico loro che sono la figlia di quel signore con la barba che accoglie chiunque entri nell’ambulatorio con i suoi occhi rassicuranti.

Il primo giorno mi sforzo di tenere la telecamera chiusa in valigia, ma già il secondo giorno la partita di calcio è occasione da non perdere per immortalare la Rarahil in azione. E con grande orgoglio vi comunico che abbiamo vinto….ebbene sì siamo ai quarti di finale. La telecamera, soprattutto quando posizionata ad altezza bambino diventa un attrazione incredibile e in men che non si dica perdo la posizione da regista. Mmmh quanti piccoli film maker che vedo qui….ma se il docu-film lo facessi girare a loro?

DSCF5896 bis

DSCF5911 bis

Oggi è arrivato anche Daniel, anzi Doctor Daniel! Bello, lucido (nonostante il lungo viaggio), idee chiare e già domani vuole fare il punto della situazione con Narajan, il Preside della scuola, per stabilire la sua attività qui. Nel giro di pochi giorni Narajan si trova con 3 giovani che zampettano introno a scuola e ambulatorio: Marta che prepara le pareti da dipingere con i ragazzi, Daniel che darà una mano in ambulatorio e io che mi aggiro tutto il tempo con una telecamera in mano. Narajan sorride divertito, gentile come sempre.

DSCF5923 bis

Valentina

Annunci

3 commenti

  1. Simonetta · · Rispondi

    bello, brava Vale, hai stile!!! certo però…. è la mamma che lo dice, e si sa le mamme come sono!!

  2. Brava Valentina. ieri sera abbiamo parlato anche di te (e di Marta e Daniel) a Vittorio Veneto. E’ stata una bella serata, con tanto pubblico attento. Buon lavoro.

  3. marta farina · · Rispondi

    CIAO CARO FLAVIO!!! UN BACIONE A VOI TUTTI…E BUON LAVORO ANCHE A VOI!!! UN ABBRACCIONE DA KIRTIPUR…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: