La prima emozione

Perchè questo titolo, vi chiederete? Dopo avervi raccontato di improbabili ed improvvisati Bollywhood party, di templi in cui si sacrificano animali, di rondini che vivono nei colorifici, di Buddha danzanti e quant’altro, forse l’ultima cosa che potreste pensare è che in quest’ultimo mese io sia stata a corto di emozioni. Ed infatti non è così, perchè ogni giorno è emozionante qui a Kirtipur, questo è vero…ma ora il sentimento che voglio condividere con voi è quella della nascita di una nuova opera artistica, che trascina e reca con sé sempre una carica di infinita emozione, specie se il lavoro in questione nasce dallo sforzo e dalle energie di tutti. Insomma, la faccio breve…ieri è definitivamente “nato” il primo nostro lavoro, il primo dipinto murale è terminato! La prima delle due pareti all’interno dell’ADM, ha preso definitivamente vita e forma, così per soddisfare la curiosità dei milioni di lettori di questo blog (.!.) posso pubblicare le foto della parete intera.

Ma prima di farvi avere una visione di insieme vi rinfresco la memoria, perchè per capire il nostro dipinto bisogna prima conoscere la storia che lo ha ispirato, perciò vi rimando indietro di qualche post, per l’esattezza a questo qui https://ambulatoriodemarchi.wordpress.com/2013/05/08/manjushree-e-re-laurino-leggende-e-miti-di-montagna-che-si-intrecciano/> in cui troverete la leggenda della nascita della valle di Kathmandu.

Detto questo, passo subito alle foto…intanto vi faccio una piccola premessa sui materiali che abbiamo utilizzato, in modo che vi sia chiaro che anche i ragazzi di Kirtipur hanno lavorato come dei veri e propri professionisti! Avremmo ben potuto utilizzare i colori acrilici già pronti che si trovano in commercio…ma noi non amiamo le cose semplici (!) perciò abbiamo preferito complicarci un poco la vita andando ad utilizzare le terre naturali ed i pigmenti in polvere, all’antica maniera. Lavorare con questi colori è assai più difficile perchè il colore va diluito parecchio con acqua e colla e viene usato sulla parete come fosse un acquerello, con grandi stesure di colore di volta in volta molto chiaro, per velature. Ora, come be immaginerete, l’acqua possiede la noiosa caratteristica di tendere a scivolare facilmente verso il basso mentre viene applicata su di una parete verticale, perciò per i ragazzini più piccoli o per i bambini del gruppo s’è trattato di un lavoro difficile e delicato da affrontare ma …ce l’abbiamo fatta! Ecco le nostre belle polveri colorate, che Valentina mi ha gentilmente portato dall’Italia con il suo affidabilissimo servizio di Sherpa!

powders

Lavorare con le polveri ed i pigmenti è di gran lunga più affascinante e la resa finale è molto diversa: i colori sono più brillanti e le velature di colore sono percepibili, dando alle tinte una brillantezza naturale che gli acrilici non hanno affatto.

Ed ora non mi voglio dilungar troppo, perciò vi commento brevemente alcune delle più belle immagini scattate negli ultimi giorni di lavoro. Del lavoro dei bozzetti vi ho raccontato già nei precedenti post, perciò passo direttamente alla prima fase di lavoro, con le prime delicate velature di colore: ecco come appariva il muro solo una settimana fa!

1

Mentre si lavorava al muro abbiamo costantemente ricevuto visite di bambini della Rarahil che, incuriositi dai “lavori in corso”, riuscivano chissà come a eludere la sorveglianza degli insegnanti in classe e a scappare fino all’ambulatorio per vedere come procedevano le cose. Ecco Sonu e Sudiksha nascoste sotto il tavolo dei pittori, mentre svolgono l’importantissimo servizio (…) che consiste nel passare un bicchiere contenente un colore diverso ogni qual volta uno dei pittori di turno ne avesse fatto esplicita richiesta!
2

Ed ora una carrellata di giovanissimi artisti all’opera: ecco ad esempio il metodico e precisissimo Anil intento nella stesura del colore blu delle montagne alle spalle del mitico Manjushree…
3
….oppure la delicata Rajkumari mentre si preoccupa di dare vita alle tortuose acque del sacro fiume Bagmati dal quale fuoriescono tutti i serpenti della leggenda…
4
…o ancora il fantasioso Prajwal, che con le sue decise pennellate di colore ha dato un tocco unico al misterioso e inquietante serpente Naga…
5
…hey, ma chi si vede! Questo non è certo un alunno della Rarahil! Si tratta di Davide, che è qui in trasferta (dalle Dolomiti a Kirtipur!) per un paio di settimane e che non ha saputo resistere alla tentazione di provare a dipingere un angolino di muro! Beccato con le mani nel sacco..anzi, con le mani sul pennello!
6
Ed infine è arrivato il momento di farvi vedere una foto intera del muro, visto che fino ad ora ne avete visto solo dei pezzetti. Eccomi qui dunque, in una foto fatta ieri pomeriggio, mentre con Nisen stendo le ultime velature di colore…
7
…e mentre “depongo le armi” assieme ai miei più affidabili aiutanti, Prajwal e Milan.
8
Posso forse lasciarvi senza avervi mostrato la foto ufficiale del “painting team” della leggenda nepalese? Non credo proprio, no? Eccoci qui tutti assieme, dopo la scuola, felici e sorridenti davanti al nostro primissimo lavoro di gruppo! Che ne dite…vi garba?!?
9

Annunci

5 commenti

  1. michelin daniela · · Rispondi

    Magnifico risultato !!! Bravi tutti!!!! …e buon lavoro per il completamento del secondo murale.

  2. gaiamarfurt · · Rispondi

    Bravissimi! Quei serpenti dai mille colori sono una meraviglia! :D

  3. Alberto Simiele · · Rispondi

    Complimenti Marta! Per il risultato e per il coinvolgimento dei ragazzi, che hanno avuto un’esperienza unica di crescita e di gioia, come si vede dalle foto.

  4. Simonetta · · Rispondi

    Beh….. mi avete lasciato senza parole. E’superiore a tutte le mie aspettative!!!! Bravissimi tutti…anche a quell’intruso di Davide!!

  5. grazie a tutti!!! Eh già…qui ci siamo proprio divertiti un sacco…è ancora non è finito il divertimento perchè il 3° murale è iniziato soltanto ieri…ed è il più grande di tutti ( 5 metri x 3 !) …eh eh eh! ne vedrete delle belle! promesso! Un bacio a tutti… Marta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: