Re Laurino è arrivato fino in Nepal!

Rieccoci a voi, cari lettori di questo blog…torno in linea dopo giorni di problemi di connessione qui alla Rarahil per deliziarvi con un’altra carrellata di foto scattate nelle precedenti due settimane qui all’ADM. L’intenzione è quella di mostrarvi FINALMENTE anche le foto del secondo dipinto murale che i bambini e ragazzi hanno realizzato sotto la mia guida nella stanza dei lettini che c’è qui. La stanza è utilizzata come “camera di osservazione” per le persone che si rivolgono all’ambulatorio e che devono esser tenute qui per qualche tempo ( di solito al massimo qualche ora). Qui possono usufruire di questa stanza nella quale ci sono due bei letti puliti, un lavandino…ed ora, anche un colorato ed accogliente murale!

Come ho fatto nel post precedente anche in questo caso vi suggerisco di rinfrescarvi la memoria perciò nuovamente vi rimando indietro di qualche post: https://ambulatoriodemarchi.wordpress.com/2013/05/08/manjushree-e-re-laurino-leggende-e-miti-di-montagna-che-si-intrecciano/>. Vi troverete la leggenda della colorazione rosata delle Dolomiti e la storia del mitico Re Laurino, che molti di voi conosceranno già.
Bene…letta la storia? Adesso siete pronti dunque per assaporare un po’ dell’atmosfera dolomitica che i bambini hanno dato al murale, che si trova appunto nella stanza dei letti dell’ADM.

DSCF6286
Qui sopra ecco due giovani pittori in erba, Kschitiz ( un nome facile facile da pronunciare, no?) e Hirendra, che si preoccupano di dare un bel tono azzurrato alle pareti del castello di Re Laurino.

DSCF6337
Come vedete ai ragazzini della Rarahil la fantasia non manca di certo ( e non solo a livello pittorico) sicchè i pennelli non vengono utilizzati semplicemente per dipingere, ma anche per creare composizioni sul pavimento dell’ambulatorio…e magari per scrivere i nomi dei rispettivi “morosi”, che anche qui ovviamente hanno…. come in tutte le scuole che si rispettino!  Chi si è innamorato dell’allegro Pappu?…. chi della bella Sonu? Chissà! ….

DSCF6523

Samsad si occupa di dipingere le guardie che rincorrono Re Laurino, dopo che quest’ultimo ha rapito la bella principessa Similde. Per farlo,  si aiuta con delle immagini che abbiamo cercato su internet…immagini di cavalieri medioevali e cavalli, che ci servono da esempio per dare un tocco più realistico ( pur restando “con i piedi ben staccati da terra”, trattandosi di favole e leggende!) alle nostre pareti colorate.

DSCF6525
E siccome abbiamo lavorato nella stanza dei lettini a volte è capitato che qualcuno fosse nostro ospite per un mal di pancia o qualche altro malanno. Un giorno ad esempio ci siamo ritrovati in uno dei lettini il simpatico Nisen, che non si sentiva bene… quale miglior cura di un paio di baffi finti dipinti alla salvador Dalì con un tocco di pennello? Se poi ci si aggiunge anche una coccola da parte della dolcissima Jamuna allora la guarigione è davvero dietro l’angolo…e si può allegramente tornare a farsi interrogare dal professore di matematica, che molto probabilmente è anche la causa stessa del malanno! (…)

DSCF6551

Ed anche il “Dr. Daniel” non ha saputo resistere, è finito nella nostra trappola anche lui! La tentazione di prender in mano un pennello per aggiungere un po’ di colore al muro è troppo forte e così, prima che terminassimo la parete, è arrivato a darci una mano! Prima o poi, le mani sui colori le mettono tutti! (Solo Valentina e Narayan ancora non l’hanno fatto…ma rimedieremo presto a tale lacuna!)

DSCF6568

I gruppi che si sono dati il cambio di volta in volta per dipingere i murales erano composti da un massimo di sei ragazzini per volta…di più non potrei seguirne, anche perchè la loro età varia dagli 8 ai 15 anni e specie per i più piccoli questo è un lavoro difficile che richiede concentrazione e fermezza di mano. Ma tra un cambio e l’altro, quando i gruppetti si alternavano durante il giorno, il tempo per scherzare non ci mancava di certo…eccoci mentre scherziamo e imitiamo le mucche sacre del Nepal, poco prima di metter via pennelli e colori al termine di una giornata di lavoro!

Particolare del castello di Re Laurino

Particolare del castello di Re Laurino

Re Laurino e la principessa Similde così come li hanno immaginati e dipinti i ragazzi della Rarahil

Re Laurino e la principessa Similde così come li hanno immaginati e dipinti i ragazzi della Rarahil

Ai ragazzi la leggenda di Laurino è piaciuta moltissimo…sarà forse per la presenza di quel castello blu che fà sognare e che è un immagine che a loro è poco nota ( qui i castelli non sanno proprio cosa siano!), sarà per il famoso romanticissimo Giardino delle Rose di Re Laurino che rende il paesaggio ancora più particolare o sarà per la magia che infondono quelle montagne rosa ( “ma sono rosa davvero?”, mi hanno chiesto parecchie volte i ragazzi prima di crederci!) ? …chissà!

DSCF6832

Una foto ufficiale del gruppo di pittura della leggenda italiana ancora non l’abbiamo fatta ma prima che io ritorni in Italia la faremo di sicuro. Delle foto ben fatte coi vari gruppi sotto ognuno dei tre murales sarà d’obbligo scattarle, anche perchè poi si pensava di fare degli ingrandimenti da mettere in cornice negli spazzi dell’ADM e della scuola, così da lasciare il ricordo di chi li ha dipinti anche negli anni a venire. Oltretutto faremo anche delle schede palstificate con le varie storie e leggende che abbiamo dipinto, in modo che non vadano dimenticate o distorte. Ogni adulto o ragazzino che verrà qui a farsi visitare potrà vedere così dipinte in grande sui muri dell’ambulatorio due leggende ( una italiana e una nepalese, a suggellare ancor di più il legame che qui s’è creato tra i nostri due popoli) e potrà leggerle o, nel caso dei più piccoli, farsele raccontare! Forse la visita dal dottore, che per quanto simpaticopossa essere finisce comunque per incutere un po’ di timore, diventerà così un poco più gradevole e meno “spaventosa”!

DSCF6506

Insomma…che ve ne pare di questa nostra seconda opera? Non male vero? E la terza opera è appena stata iniziata…non sarà pronta che tra un paio di settimane, ma mi risentirete presto perchè vi terrò aggiornati sull’evoluzione del nostro cantiere pittorico.  Fino all’ 8 di  giugno dobbiamo obbligatoriamente interrompere i lavori: dal 2 al 6 giugno i ragazzi hanno delle intense giornate di esami scolastici che impegnano tutte le classi, e il 7 giugno in Nepal si festeggia il famoso (???) ENVIRONEMENT DAY, attraverso il quale si vuole puntare l’attenzione su temi come il rispetto dell’ambiente, l’importanza della raccolta differenziata e altri temi che riguardano la tutela dell’ambiente in cui viviamo. Quel giorno ci sarà anche un ex-tempore di pittura e Narayan mi ha ovviamente già coinvolta nell’organizzazione della stessa….credo proprio che ne vedremo delle belle anche in quell’occasione!

Un bacio collettivo, alla prossima,

Marta

Annunci

Un commento

  1. Simonetta · · Rispondi

    Bellissimo anche questo murales e anche l’idea di lasciare scritte su schede le leggende perche siano ricordate. Complimenti ancora per la bellezza del lavoro e per le validissime idee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: