Primi passi per l’ADM

Oggi ho conosciuto Narayan, direttore dell’ambulatorio che mi ha illustrato le stanze dello stabile e il lavoro che viene svolto.                                                                    Ho parlato a lungo con lui del Nepal, della condizione dei ragazzi che vivono qui, dell’estrema povertà in cui versano molti…ha sottolineato come dare l’opportunità di poter andare a scuola ai bambini nepalesi sia la strada migliore da percorrere per cercare di cambiare le cose.           E mi ha spiegato l’importanza di una struttura come l’ADM, unica nella zona di Kirtipur e di KTM, augurandosi che l’ambulatorio riesca nei prossimi tempi a visitare i ragazzi di molte altre scuole della vallata.
In mattinata primi passi nell’ADM , sistemando l’armadio dei farmaci, aggiungendo quelli che vengono lasciati qui dai turisti di passaggio e visitando i primi bambini, soprattutto bambini con dolori addominali (che mi fanno pensare a problemi di alimentazione, come mi avevano preannunciato i medici stati qui prima di me)

Queste sono tre bambine della prima classe visitate oggiImmagine:

 

 

Verso le 12.30 mentre mangiavo iniziano ad arrivare in mensa un po’ alla volta bambini e bambine di circa 6-8 anni per lo spuntino di metà giornata e in 5 minuti mi ritrovo circondata da piccoli nepalesi che mi salutano con grandi sorrisi e cercano di capire chi sia questa nuova presenza italiana.
Ecco, ora farò la mia considerazione quotidiana, forse “acida”?!
A chi crede nella propria “perfezione” perché appartenente a una determinata cultura, stile di vita (eccetera eccetera…) e per questo si sente in diritto e dovere di chiudersi mentalmente, di discriminare e giudicare chi è diverso da lui, beh credo che farebbe bene a fare un giro in qualsiasi posto dove il “diverso” (per cultura, stile di vita) sei tu…  
La differenza? che in questi posti qui è difficile sentirsi diversi, e questo grazie a chi fa di tutto per farti sentire a tuo agio e la benvenuta, anche “solo” con un Namaste’ detto con un sorriso sincero…

Vi lascio con la foto fatta stamattina dall’ADM, sullo sfondo svettano le cime himalayane!

 Immagine

 

A presto
Elena

Annunci

2 commenti

  1. Cara Elena
    ho letto con curiosità i tuoi 2 primi post Non avevo alcun dubbio nè sulambiente, l’atmosfera, le persone che avresti incontrato là, nè tantomeno sulle tue capacità di coglierne gli aspetti più profondi ed interessanti
    Nonostante ciò mi ha molto colpito la tua osservazione sul non sentirsi “diversi” in un Paese davvero così diverso In poche ore hai colto l’essenziale della cultura nepalese : ciò che forse la rende cosi particolare , tanto ricercata, e speriamo duratura
    Brava Elena, vedrai che i prossimi tempi riserveranno ancora emozioni e sentimenti alla tua sensibilità
    Vai avanti cosi e lasciati portare
    Mauro

  2. Grande Elena!
    Incontrare la differenza ci ricorda che noi non siamo mai unici, trasparenti, interi. La differenza é in modi diversi dentro ognuno di noi, e accettarla significa aprirsi al mondo. Amare la differenza vuol dire imparare ad amare sé stessi. Con questi occhi qui, tutti i tuoi incontri saranno preziosi, indimenticabili e intensi. Continua così e continua a scrivere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: